bottone livetv

bottone ondemand

bottone tg

DiReporter

 


direporter-2013-logotx

 

diventa protagonista anche tu della televisione.


Invia i tuoi filmati o chiedi informazioni sulle modalità di invio a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Archivio delle tramissioni

La strada dimenticata tra Lucca e Capannori

direporter-buche-lunata-viadellisola-050115

Piana di Lucca - Per Dì Reporter, parliamo oggi di strade groviera.
E' un cittadino che abita tra Via dell'isola (Capannori) e via di Pulecino (Lucca), che ha inviato in redazione una serie di scatti fotografici che testimoniano le vergognose condizioni in cuin si trova la strada in questione.
Sono anni che abito tra le due frazioni – spiega il telespettatore a corredo del servizio fotografico, che davvero non ha bisogno di alcun commento – e nessuno dei due comuni si occupa di sistemare definitivamente questa strada sempre piena di buche, molto pericolose per chi viaggia in moto o bici, e dannose per chi vi passa invece con l'auto.

Leggi tutto: La strada dimenticata tra Lucca e Capannori

Una discarica abusiva a due passi dal fiume Serchio

discarica-abusiva-nozzano-parcofluviale-serchio-251014

Nozzano (Lucca) - Una nuova segnalazione per la nostra rubrica Dìreporter. Questa volta un cittadino Damiano Giorgetti ci segnala una discarica a cielo aperto lungo la pista ciclabile del Parco Fluviale all'ingresso di Nozzano come vedete dalla foto. Giorgetti di ritorno da una passeggiata, ha notato la montagna di rifiuti, un ammasso di spazzatura di ogni genere, dai giocattoli ai secchi, dai pezzi di arredamento a sacchi di plastica.

Leggi tutto: Una discarica abusiva a due passi dal fiume Serchio

Fossi sempre più inquinati, i pesci muoiono e i turisti scattano foto

moria pesci fossi lucca direporter 250914

Lucca - Il nostro Dì Reporter di oggi ci porta a scoprire un fenomeno strano e inquietante. Le foto inviateci da un telespettatore mostrano una moria di pesci nei fossi cittadini. Dalle immagini si notano situazioni preoccupanti: il livello dell'acqua è bassissimo e i pesci nuotano con il dorso fuori, inoltre l'acqua presenta una colorazione marrone probabilmente a causa dell'inquinamento da agenti chimici.

Leggi tutto: Fossi sempre più inquinati, i pesci muoiono e i turisti scattano foto

Alberi pericolanti sulla circonvallazione

alberi pericolanti circonvallazione lucca direporter 091014

Lucca - Per Dì Reporter ecco una nuova segnalazione di un nostro telespettatore.
L'attenzione è rivolta alla salute degli alberi lungo la circonvallazione di Lucca, il nostro amico ha fotografato un grosso leccio malato nelle vicinanze del semaforo di porta San Jacopo, viale Marti.
Si premura di dirci che questo esemplare non è l'unico in cattive condizioni di salute, il tronco è secco e la pianta non più salvabile come pare evidente dalle foto.
Infatti, buona parte del fusto e le stesse radici appaiono marce in più punti, nella parte superiore un ramo è completamente secco e si può vedere bene la segatura provocata dai numerosi insetti che lo stanno traforando.
Il nostro telespettatore fa presente che non occorre essere esperti di botanica per capire che questa pianta è destinata a miglior vita, importante sarebbe in questo caso non aspettare l'arrivo del maltempo,
per poi sorprendersi dei danni provocati dalla cadute degli alberi.

Leggi tutto: Alberi pericolanti sulla circonvallazione

Il fango si abbatte sul cimitero di Maggiano

cimitero-maggiano-fango-230914

Maggiano (Lucca) - Il reportage fotografico di questo Dì Reporter, che è stato raccolto e inviato a noi da alcuni cittadini di Maggiano, riguarda lo stato del cimitero del paese dopo l'ondata di maltempo che si è abbattuta sulla Lucchesia venerdì scorso.

Leggi tutto: Il fango si abbatte sul cimitero di Maggiano

sice 230x230       sposi 2019 banner

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

Logo DiTV PNG

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.