bottone livetv

bottone ondemand

bottone reporter

bottone tg

Aprire un agriturismo in Toscana: guida pratica su come fare e come promuoverlo

aprire agriturismo toscana

Chiunque sia intenzionato ad avviare un’attività in Toscana, dovrebbe prendere seriamente in considerazione una opzione come l’agriturismo

Parliamo, in fondo, di una delle regioni più belle del nostro Paese: sia da un punto di vista naturalistico, sia da un punto di vista culturale. Ogni anno sono tantissimi i turisti italiani e stranieri che eleggono la Toscana come propria meta prediletta: non approfittarne (nel senso buono della parola) sarebbe un autentico crimine. Ecco perché il lancio di un agriturismo può diventare un business più che proficuo in questa zona italiana ricca di risorse: le opportunità non mancano di certo, così come la possibilità di avviare un’attività potenzialmente ricca di introiti. Di contro, non si tratta di un’operazione facile o scontata: da un lato ci sono gli obblighi burocratici, dall’altro la necessità di promuovere l’attività.

I primi passi per aprire un agriturismo: quali sono?

Si parte da una ovvia considerazione: aprire un agriturismo non è un’operazione low cost. Servono i soldi e ne servono tanti, per l’affitto di un appezzamento agricolo. Servono anche le necessarie autorizzazioni, perché per lanciare questo business è obbligatorio possedere la qualifica di imprenditore agricoloin sintesi, serve un terreno messo a frutto che possa già generare un reddito per chi lo cura. Questo perché l’agriturismo altro non è che una “attività complementare”. Quali sono gli altri obblighi? Burocraticamente parlando, bisogna aprire la partita iva, iscriversi alla camera di commercio e ottenere la SCIA: nulla di diverso da qualsiasi altra attività commerciale. Poi c’è la questione delle altre autorizzazioni, che possono cambiare da regione a regione: meglio informarsi presso il Comune, per evitare di commettere sbagli. Per ammortizzare le spese, invece, vi converrà verificare la presenza di eventuali bandi e finanziamenti ad hoc.

Come promuovere il proprio agriturismo?

La promozione di un agriturismo dovrebbe sempre seguire due strade, non alternative ma parallele: la promozione intesa come “tradizionale”, e il marketing online. Per quanto concerne la prima, ecco un valido suggerimento per voi: creare dei gadget per aumentare la visibilità del brand, e approfittare di fiere e incontri pubblici per distribuirli e per farsi un po’ di pubblicità. Oggi ci sono molte risorse a disposizione, ad esempio per la creazione di gadget personalizzati ci si può rivolgere a negozi online come axonprofil.it, dove si può trovare di tutto, dalle caramelle agli ombrelli. Restando sempre sul tema dell’online, è altrettanto importante sfruttare Internet per promuovere il proprio agriturismo. Ormai la promozione sul web non è più un’opzione ma una regola: la rete offre l’opportunità di creare un sito e poi ottimizzarlo facendo SEO; in questo modo sarà possibile posizionarsi bene sui motori di ricerca. Infine, da non dimenticare i profili social: ad esempio, incoraggiare i propri ospiti a condividere foto e altro sulla loro esperienza presso la struttura è un ottimo modo per ottenere pubblicità gratuita. Ci sono molti strumenti anche a pagamento per fare promozione online: basti pensare alle campagne promozionali con Google AdWords o su Facebook.  

sice 230x230 telnet 230x230

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

Logo DiTV PNG

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.