bottone livetv

bottone ondemand

bottone tg

Europei 2016: i migliori italiani sono stati i toscani

buffon euro 2016

La spedizione italiana a Euro 2016 è terminata con la sconfitta ai rigori contro la Germania, dopo una partita avvincente e combattuta, con la nostra Nazionale che è uscita a testa alta da una manifestazione che nei pronostici di media ed esperti sarebbe dovuta essere molto più deludente

Grande merito dei successi azzurri va indubbiamente all’allenatore Antonio Conte, per distacco il miglior commissario tecnico che ha preso parte agli Europei e prossimo allenatore del Chelsea. Dopo le prestazioni azzurre, la sua neo squadra è nuovamente tra le favorite per la vittoria della Premier League, con una quota di 5,5. In ogni caso conviene aspettare di vedere come lo valutano anche nuovi bookmaker come BetStars, che non ha ancora reso note le quote sul campionato inglese, concentrandosi invece sugli Europei.

Parlando di giocatori invece, possiamo dire con un pizzico d’orgoglio che tra i migliori atleti scesi in campo a difendere i colori italiani ci sono stati diversi elementi toscani, che hanno fatto molto bene e hanno composto l’ossatura della formazione titolare. Infatti 4 degli 11 titolarissimi sono nati proprio nella nostra regione e hanno contribuito in modo determinante alla causa azzurra. Parliamo di Gigi Buffon, Andrea Barzagli, Giorgio Chiellini e Emanuele Giaccherini, anche se per dovere di cronaca citiamo anche Federico Bernardeschi, che seppur utilizzato pochissimo (solo contro l’Irlanda) ha comunque fatto parte del gruppo selezionato per l’Europeo.

Gigi Buffon

Il capitano della Juventus e della Nazionale è stato sicuramente tra i giocatori più determinanti della manifestazione, sia dal punto di vista dell’Italia sia più in generale per tutto l’Europeo. Nato a Carrara nel 1978, a 38 anni d’età Buffon resta uno dei portieri più forti del mondo e sicuramente il più forte della storia moderna del calcio, giocando ad altissimi livelli per oltre vent’anni. Anche in Francia Buffon ha fatto valere le sue doti tecniche e umane, confermandosi vero leader del gruppo e pilastro della Nazionale, facendo da guida ai compagni nei momenti più difficili e dimostrando ancora una volta il suo attaccamento, come nelle lacrime sincere che gli sono sfuggite nell’intervista post Germania.

Per lui comunque sempre prestazioni maiuscole, con una sola rete subita in tutto l’Europeo e alcune parate sensazionali, come quella su Piqué contro la Spagna e quella su Gomez contro la Germania, che ci ha permesso di rimanere in partita e

arrivare poi a sfidare i Campioni del Mondo ai rigori, dove Buffon ha comunque fatto il suo, neutralizzando il tentativo di Muller e ipnotizzando Ozil e Schweinsteiger.

 

Andrea Barzagli

Altro perno della collaudata difesa bianconera, anche in Nazionale Barzagli ha portato tutte quelle qualità che lo hanno portato a diventare uno dei difensori più forti in circolazione. Sicurezza, determinazione, intelligenza tattica e intuito ne fanno un centrale di primissima fascia: ha annullato attaccanti fortissimi, come Morata, Hazard e Ibrahimovic, tenendo botta anche nella partitissima coi tedeschi. Classe ’81, Barzagli è di Fiesole e nella sua carriera ha anche giocato nella Rondinella e nella Pistoiese, trasferendosi prima nel Chievo e poi al Palermo, approdando infine proprio in Germania con la maglia del Wolfsburg. Chiuderà la carriera con la Juventus, dove è titolare inamovibile, cercando di vincere il 6° scudetto di fila. Anche qui, per la cronaca, sottolineiamo che Barzagli aveva anche trasformato il rigore, spiazzando Neur con un tiro centrale.

barzagli

Giorgio Chiellini

Terzo elemento difensivo tra i giocatori citati, Giorgio Chiellini è stato un vero e proprio gladiatore nel corso di questi Europei, facendo spesso a sportellate con gli avversari, che non gli hanno risparmiato anche colpi molto duri. Chiellini però, da par suo, ha affrontato tutti gli scontri con tenacia e sportività, non risultando mai fuori posto o scorretto. Ci aveva fatto sognare contro la Spagna, realizzando la rete del vantaggio che ci ha garantito la possibilità di giocare praticamente tutta la partita sull’1-0.

Chiellini ha giocato come centrale di sinistra nella difesa a tre, proponendosi spesso in proiezione avanzata, quando il pressing avversario costringeva Bonucci a non poter impostare il gioco. Chiellini, che di anni ne sta per compiere 32, è nato a Pisa e ha giocato con Livorno, Arezzo e Fiorentina, prima di unirsi alla Juventus. In questi Europei ha sfoderato prestazioni di altissimo livello e contro la Germania ha stretto i denti per tutti i supplementari, nonostante qualche fastidio muscolare e la stanchezza. Per lui è arrivata la sostituzione al 120’ per lasciare spazio a Zaza, che ahinoi, ha fallito dagli undici metri. Non sarà un bomber ma forse Chiellini dal dischetto non avrebbe fatto peggio di Pellé e Zaza.

chiellini

Emanuele Giaccherini

Al momento delle convocazioni, il nome di Giaccherini aveva fatto storcere il naso a tantissime persone, perché il jolly in forza al Bologna (ma di proprietà del Sunderland) non era considerato all’altezza della competizione, rispetto magari a giocatori più considerati come Bonaventura, Montolivo e addirittura Jorginho. Per Giaccherini ci sono voluti pochi minuti per far ricredere tutti: precisamente 32, ovvero quelli necessari al ragazzo nato a Talla per segnare il primo gol dell’Italia agli Europei, contro la presunta corazzata belga.

Per lui, che è uno dei fedelissimi di Conte, tante prestazioni di sostanza e sacrificio, unite ad alcuni spunti che hanno lasciato intravedere le sue qualità tecniche e tattiche. Anche contro la Germania ha provato a lasciare il segno, nonostante una differenza di stazza fisica importante rispetto ai giocatori tedeschi. Per lui una grande rivincita e una vetrina importante: per lui, a 31 anni, può passare di nuovo il treno per approdare in una big, dopo l’esperienza positiva nella Juventus nelle stagioni dal 2011 al 2013.

giaccherini 

sice 230x230 telnet 230x230

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

Logo DiTV PNG

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.