bottone livetv

bottone ondemand

bottone reporter

bottone tg

Alisei coraggiosi in trasferta, ma Parco di Firenze porta la sfida sull'1-1

tx-base-logo-dilucca.html

Non basta l'azione corsara del manipolo Golf Club Alisei per staccare il Parco di Firenze nella sfida intercircolo: i padroni di casa vincono 186 a 166 riportando la palla al centro nonostante un formidabile Nardini. Possibile bella in campo neutro. Il giorno dopo Matilde Andreozzi vince sullo stesso campo la prova del circuito toscano under 12, mentre Gagnesi si impone in terza categoria al Challenge Tour di Montelupo. Gatti sfiora il colpo grosso al San Valentino per un weekend di grande golf.

 

 

 

 

di Andrea Boccardo

 

 

Incastrato a lato della sponda sud dell'Arno, tra i balkaneros che pizzicano i sitar in attesa dell'arrivo di Goran Bregovic al Parco delle Cascine e il traffico ininterrotto del viadotto degli Indiani, il Parco di Firenze Golf Club ha visto svolgersi, in un sabato di sole di fine settembre, la gara di ritorno di Intercircolo tra una ventina di corsari Alisei e la corazzata guidata dal presidente Giuliano Bagnoli e dal segretario Giuliano Giovannini.

 

 

Un campo a nove buche piccolo ma divertente, pieno di insidie e trabocchetti, a tratti labirintico, ha messo a dura prova i ferri e i putt di chi non l'aveva mai giocato, offrendogli dei brutti quarti d'ora. Che si trattasse di un delicato videogioco da domare se n'erano accorti tutti fin dal cingolo delle prime buche, dove green e piazze di partenza si susseguivano gli uni accanto alle altre. Per molti giocatori i legni andavano lasciati a casa, sia per evitare di fare danni sia per i cambi di rotta ciechi ai par 4 che non consentivano di tagliare la buca. Ma c'era lo stesso da sudare per portare a casa un punteggio utile, soprattutto a causa di green stretti e ondulati dove se non si piazzava la palla nel giro di pochi metri quadrata si rischiava di vederla scivolare via in acqua o in bunker.

 

 

Eppure i soci Alisei hanno disinnescato abilmente le trappole, prendendo le misure a poco a poco a un campo che andava scoperto con l'elicottero per conoscerlo a fondo. Buoni i risultati della mattina con Bendolini, Capone, Sala, Riccardo Andreozzi e Ghisu a formare lo zoccolo duro. Bella prova dello Yachting Club guidata da Vezzoni e Guidi, con quest'ultimo che ha vinto il nearest to the pin al par 3 stampando la pallina a 35 centimetri dalla buca.

 

 

Nel pomeriggio sono scesi in campo i bombardieri Giovannetti, Simonini, Bendinelli e Nardini accompagnati dal presidente Andreozzi e da Manola Neri. Ottimi i risultati del geologo e del fisioterapista, ma Gaetano Nardini ha alzato l'asticella con 35 punti in seconda categoria, miglior risultato lordo per la sezione Alisei. L'ingegnere guida la cinquina dei migliori risultati da contrapporre al Parco di Firenze. Emozionante rivedere Andrea Maffei chiudere un bel giro fuori dal circolino.

 

 

Bene anche Mario Palmerini (primo di terza categoria lo shogun) e Paolo Castellini, che giocavano insieme nella partenza successiva: i loro score hanno permesso al circolo di arginare la sconfitta di misura.

 

 

Hanno finito quasi a buio Boccardo senior, secondo in seconda categoria con 29 punti (4 par e un birdie per il vicepresidente) e Boccardo Junior, primo Alisei in prima categoria con 33 punti. Per lui il premio di miglior giro netto.

 

 

Parco di Firenze alla fine vince di venti punti, una manciata se si considera che ci è voluto il 40 di Pereira con un giro in stretto par per chiudere definitivamente i conti. Ora si aspetta la bella da giocare in campo neutro.

 

 

Il giorno successivo è Matilde Andreozzi a imporsi sullo stesso campo davanti ai giovani under 12, in una giornata molto più difficile a causa di un cambiamento repentino del meteo. La giovane campionessa ha regolato il campo di domenica con maestria e abilità.

 

 

Guglielmo Gagnesi ha invece affilato le lame sabato a Firenze per sparare i proiettili giusti domenica nella vicina Montelupo, dove con uno straordinario 39 ha siglato il primo posto in terza categoria all'All Inclusive Trophy accedendo direttamente alla semifinale che si svolgerà il 5 novembre al Poggio dei Medici.

 

 

Non ce l'ha fatta per un soffio invece Federico Gatti a centrare il colpo grosso alla finale nazionale del San Valentino. Per lui un 34 importante a un solo punto dal biglietto aereo per la finalissima internazionale a Santo Domingo. Sulle ultime propaggini del Frignano, dove la Secchia divide Sassuolo da un golf mostruoso, Daniela Cunaccia vince il terzo premio lady.

 

 

Un weekend di golf che rimane estremamente positivo per i giocatori Alisei, che hanno scoccato le frecce ai loro archi in lungo e in largo nei campi di qua e di là dell'appennino.

 

 

 

Andrea Boccardo

sice 230x230 

telnet 230x230

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

logo dilucca livestream channel

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.