bottone livetv

bottone ondemand

bottone reporter

bottone tg

20 anni in... Cattiva Compagnia!

Fedeli DAgostino e Rinaldi sul palco durante una rappresentazione

Oggi una delle compagnie più attive a livello professionale con rappresentazioni, corsi e festival

Con la fine del 2017 si concludono i “primi 20 anni” di attività de La Cattiva Compagnia: che ha visto oltre 30 allestimenti, spaziando dai generi arcaico–popolari, alla drammaturgia “absurdista”, e già guarda al 2018 con la nuova edizione per la quarta della rassegna “Lucca Teatro Festival – Che cosa sono le nuvole?” in programma dal 25 febbraio all'11 marzo tra Lucca, Capannori e Porcari, in collaborazione con i Comuni del territorio e il Teatro del Giglio.

Sotto la costante guida di Giovanni Fedeli (regista, interprete, capocomico), coadiuvato da un fidato gruppo di interpreti, il gruppo teatrale ha debuttato nel 1997 con "Il Sacco di Lucca", rivisitazione satirica di un fatto storico, per passare poi alla drammaturgia novecentesca, da Sartre a Ionesco, a Queneau, fino a giungere ad allestimenti rivolti alle nuove generazioni, per promuovere il confronto sociale e la riflessione attraverso il teatro. Tante i riconoscimenti, anche in campo internazionale, come nel caso della doppia partecipazione alla selezione Off del prestigioso Festival di Avignone, una delle principali vetrine del teatro contemporaneo e l'invito a partecipare a festival non amatoriali, come “Interzone” di Pisa.

Guardando indietro a quel lontano 1997 – ricorda Giovanni Fedeli - ci rivediamo, giovanissimi, e con ancora tutti i capelli, ritrovarci la sera a fare prove su prove, un entusiasmo che ha dato vita ad un'attività intensa: teatro di strada, animazioni, performance ludiche, reading poetici, teatro di burattini, teatro ragazzi, prosa contemporanea e rilettura di classici. La scintilla è scoppiata grazie ad alcuni professori che, negli anni '90, all'ITC Carrara, ci costrinsero a partecipare alla compagnia della scuola, per contenere la nostra esubearanza. Quando decidemmo di costituirci come Associazione, l'indole goliardica prevalse e ci chiamammo appunto, La Cattiva Compagnia”.

La Compagnia fa un ulteriore passo avanti sulla strada della professionalità nel 2006 con l'ingresso di nuove leve provenienti da altre esperienze teatrali: Tiziana Rinaldi ed Elisa D'Agostino, e di fatto l'Associazione formalizza e assume l'organigramma che ancora oggi la caratterizza. Inizia così quel cammino professionalizzante che ad oggi, rende La Cattiva Compagnia una delle realtà più solide e attive del panorama lucchese. Nnel 2007 la compagnia compie una tournée in tutta Italia con “Il berretto a sonagli” di Pirandello, ottenendo numerosi riconoscimenti. Nel 2008 inizia l’attività di docenza e conduzione di corsi e laboratori teatrali, in varie strutture del territorio provinciale; dal 2009 la compagnia è coinvolta nell’organizzazione del Festival “L’Ora di Teatro” al Teatro dei Rassicurati di Montecarlo; dal 2010 viene invitata a partecipare a kermesse non amatoriali, anche fuori Lucca. Nel 2015 il progetto del Lucca Teatro Festival – Che cosa sono le nuvole? - manifestazione rivolta alle nuove generazioni, vince il bando FUnder35 di Fondazione Cariplo, realizzata poi col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

L'augurio che facciamo a noi stessi – concludono Giovanni Fedeli, Tiziana Rinaldi ed Elisa D'Agostino - è di avere sempre la forza per portare avanti la passione per il Teatro, come minimo per altri 20 anni, e di riuscire a trasmettere la stessa passione alle nuove generazioni, facendo loro capire come, anche in un'era di rapporti effimeri e digitali, tramite questa arte fisica, faticosa, sudata sulle assi di legno di un palcoscenico, si riesca ancora a sognare e a far sognare, ad emozionarsi e a trasmettere emozioni nel prossimo”.

 

sice 230x230 telnet 230x230

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

Logo DiTV PNG

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.