bottone livetv

bottone ondemand

bottone reporter

bottone tg

Accadde oggi, 6 Dicembre: Edison brevetta il fonografo (1877) e la lampadina (1879)

6 dic Edison and phonograph edit2

1093 brevetti fondamentali, portano le firma di Edison! che oltre un inventore geniale è il precursore dell'industria moderna che vive di ricerca tecnologica.

di Daniele Vanni

6 Dicembre, Thomas Alva Edison inventa il fonografo (1877) e la lampadina (1889)

1093 brevetti fondamentali, portano le firma di Edison! Possibile quindi in una tale mole d’invenzioni che due, della portata del fonografo e della lampadina, passata poi nei fumetti ad essere il sinonimo stesso dell’invenzione e dell’idea..luminosa!, siano state presentate nella stesso giorno, il 6 di dicembre, anche se a 12 anni di distanza.

Thomas Alva Edison (Milan, Ohio, 11 febbraio 1847 – West Orange, 18 ottobre 1931) è stato un inventore e imprenditore statunitense.

Fu il primo imprenditore che seppe applicare i principi della produzione di massa al processo dell'invenzione. Era considerato uno dei più prolifici progettisti del suo tempo, avendo ottenuto il record di 1.093 brevetti registrati a suo nome, in tutto il mondo, inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania. Con un’ossessività, da far invidia a Meucci che ebbe onori solo postumi o tanti altri geni che non seppero far fruttare le loro trovate e spesso nella loro ingenuità che si accoppia quasi sempre al vero ingegno, ne parlarono “troppo” con qualche collega più lesto! Come forse fu per Tesla con Marconi…Ma molti altri, senza saper sfruttare la loro trovata o a volte neppure rendendosene conto, avevano preceduto coloro che poi sono passati alla storia come menti “sovrannaturali”…e questo ci conforta nella considerazione del genere umano, cioè il fatto che non nascono solo Leonardo o Edison, ma sono in molti (relativamente a quelli famosi) i cervelli capaci di pensate straordinarie. Che poi sono quelle e non le idee o le religioni o le ideologie che davvero danno progresso (o regresso, questo è un altro problema!) al’umanità!

Edison era una “macchina da invenzioni” ma anche: industriale delle invenzioni! Diede infatti origine ad aziende per sfruttare i propri  brevetti dando lavoro e impiego a tanti ideatori statunitensi o reclutati anche all’estero. Fondò la Motion Picture Patents Company (più nota come Edison Trust), compagnia formata dall'unione delle nove maggiori case di produzione cinematografiche dell'epoca.

La rivista statunitense Life, in un'edizione speciale doppia, mise Edison al primo posto tra le "100 persone più importanti negli ultimi 1000 anni", evidenziando che la sua lampada ad incandescenza "illumina il mondo". Sebbene un certo Heinrich Göbel l'avesse preceduto, con meno successo, con una sua versione della lampada a incandescenza, fu Edison che rese possibile l'era moderna commercializzando e diffondendo la sua invenzione.

Le più importanti invenzioni di Edison nacquero nel suo laboratorio di ricerca di Menlo Park, realizzato nella omonima città del New Jersey.

Fu il primo istituto realizzato con il preciso scopo di produrre costantemente innovazioni tecnologiche e di migliorare quelle già esistenti! Anche questa un’invenzione!

La maggior parte delle invenzioni diedero fama a Edison di inventore, benché egli, nella maggior parte dei casi, si limitasse a sovrintendere alle operazioni dei suoi impiegati.

Oltre a ciò, va precisato che avendo una notevole disponibilità economica, acquistava da altri inventori scoperte affini a quelle da lui già create, come alcune modifiche al suo fonografo, che poi, opportunamente perfezionate o riadattate dai suoi collaboratori, venivano successivamente brevettate a suo nome.

Anche quando la qualità delle invenzioni non era straordinaria, egli dimostrò abilità nel brevettarle e nel battere i suoi concorrenti, grazie al suo spirito imprenditoriale e alla migliore capacità di penetrazione sul mercato.

Per esempio, Edison non fu il primo a inventare la lampadina elettrica. Numerosi progetti erano già stati elaborati da Alessandro Cruto, Henry Woodward, Mathew Evans, Joseph Swan, James Bowman Lindsay, William Sawyer e Heinrich Göbel.

Dopo aver comprato il brevetto di Woodward ed Evans del 1875, Edison riprese le caratteristiche di questi precedenti lavori e spinse i suoi dipendenti a cercare un nuovo tipo di materiale in grado di aumentare la durata delle lampadine elettriche. Nel 1879 Edison e i suoi collaboratori raggiunsero l'obiettivo di rendere il prodotto commercializzabile. Mentre i primi inventori avevano prodotto l'illuminazione elettrica in laboratorio, Edison fu in grado di portarla nelle case e negli uffici, con una produzione di massa di lampade a lunga durata e ideando un sistema per la generazione e distribuzione dell'elettricità.

Questa era la sua vera, seconda, o forse prima potenza!

Il mondo ormai era in mano all’industria ed il brevetto, l’arrivare primi nella tecnologia, schermarsi dallo spionaggio industriale, sarebbe stata l’arma moderna per “conquistare” il mondo!

Chi avesse studiato a fondo Edison, le sue fabbriche, la sua capacità, non avrebbe neppure iniziata né la Prima, né la Seconda Guerra Mondiale, sapendo le capacità industriali statunitensi!

Di lì a poco, proprio poco dopo le invenzioni di Edison, le industrie sarebbero corse a fare “cartello”. Proprio anche nel mondo della produzione delle lampadine.

Quelle di Edison, le prime, pare avessero una vita di circa 900 ore. Ma in poche decine d’anni, le industrie del settore erano in grado di produrre lampadine da moltissime migliaia di ore di vita! Così si trovarono d’accordo (ala faccia dell’umanità e della natura dove poi tutti gli scarti industriali vano a finire!) di produrre lampade con filamenti che non durassero più di un certo tempo e tutti dovevano rispettare l’accordo del “cartello”!

sice 230x230 

telnet 230x230

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

logo dilucca livestream channel

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.