bottone livetv

bottone ondemand

bottone reporter

bottone tg

CasaPound Italia: “A Lucca confermato il nostro radicamento, a livello nazionale ripartiamo da 300mila voti”

CasaPound

“In 300mila ci hanno votato: ripartiamo da qui”. E’ questo il commento di Fabio Barsanti, candidato alla Camera per CasaPound Italia, che si è attestata a livello nazionale poco sotto l’1%" 

“Prendiamo atto che alle elezioni politiche le persone votano più il simbolo dei grandi partiti, anche se fanno poca attività sul territorio, piuttosto che movimenti radicati ma minori. Nonostante questo ci siamo attestati a Lucca sul 4% e all’uninominale siamo i primi dopo i partiti rappresentati in Parlamento. Dall’analisi del voto vengono fuori poi buone basi per il lavoro futuro, come il 2,25% di media nel collegio uninominale, con i buoni risultati di Capannori, Porcari, Massarosa, Pietrasanta e alcune zone della Mediavalle. Questo attesta la nostra crescita a livello provinciale”. 
“La sinistra ha subito un colpo durissimo - continua Barsanti - e ha pagato anni di malgoverno e una campagna elettorale basata principalmente sull’odio politico. Gli italiani hanno dimostrato di essere stanchi di loro, di non avere risposte, dell’antifascismo e pure della retorica immigrazionista. Cercano altro, anche se la soluzione non sarà la prossima maggioranza”.
 
“Infatti nessuno governerà - continua Riccardo Bergamini, candidato al Senato per il movimento della tartaruga - e Salvini è già in difficoltà a costituire una maggioranza. Lo abbiamo detto e ripetuto: la legge elettorale non consente una vittoria chiara e non avremo un governo sovranista. Per questo gli elettori che oggi chiedono un cambiamento, una volta non ottenuto troveranno in CasaPound il proprio punto fermo, il sindacato degli italiani”.
 
 

sice 230x230 telnet 230x230

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

Logo DiTV PNG

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.