bottone livetv

bottone ondemand

bottone reporter

bottone tg

Croce Rossa: il Presidente annuncia le dimissioni, il Comune vuole ridurre ad 80 i profughi ospitati

tensostruttura

Senza sede, alloggiata con la veccchia tensostruttura, problemi per questa benemerita, storica associazione

Quando si parla di terremoto, spesso il pensiero va alla Croce Rossa, ma questa volta la “scossa tellurica” e forse qualcosa di più è per così dire interna a questa associazione benemerita di Lucca.

Intanto dopo tira e molla, polemiche a non finire sull'accoglienza, sulle tendopoli, a ridosso del nuovo mercato ambulante, che qualche problema a sua volta ce l'ha eccome! Ecco che il Comune, che sembrava capofila dell'accoglienza infinirta fissa i paletti. Anzi ne tira giù 120 chiedendo perentoriamente che la tensostruttura (un “edificio” indegno di ospitare non solo la Croce Rossa, ma neppure profughio o immigrati, o neppure un circo che hanno tendoni ben più moderni e che sono stati fatti invece “inspiegabilmente” adducendo motivi di igiene per la vicinanza di banchi commerciali das Lucca) stabilendo che al massimo, in questi ambienti quasi impossibilitati ad essere riscaldati d'inverno e rinfrenscati d'estate) al massimo, ed entro dicembre 2017, ci debbano essere 80 richiedenti asilo o profughi.

Poi nel pomeriggio di sabato 30 settembre è stato inaugurato – sempre presso la sede del Comitato della Croce Rossa Italiana di Lucca, in piazzale Don Baroni, dove sono anche le autoambulanze, che, ma è una strada idea, potrebbero trovare, assieme a quella della Misericordia e delle altre associazione che svolgono questo servizio basilare, sede e postazione adeguata al Campo di Marte!” - il nuovo Centro Odontoiatrico per i non abbienti., un'iniziativa riservata a tutti coloro, profughi in primis, ma non soltanto, che non sono in grado di pagarsi le cure odontoiatriche. Stesso servizio che se fosse svolto nelle strutture del Campo di Marte che dicevamo, vedrebbe, in questi tempi di crisi, pur con i prezzi ribassati dei dentisti, molti dei quali in crisi anche loro, accedervi anche moltissimi italiani, ma che alloggiato là dove si trovano una massa di stranieri, difficilmente vedrà un consistente afflusso di italiani che hanno smesso anche l'igiene dentale.

Ma al termine del suo discorso di presentazione e ringraziamento di coloro che avevano reso possibile la cosa, ecco il secondo colpo di scena dopo il ridimensionamento drastico del numero di ospiti da parte della Croce Rossa di Lucca, lo storico presidente della sezione lucchese, Enzo Fasano, al centro in questi ultimissimi anni di attacchi e polemiche anche sulla stampa, ha dichiarato, piangendo, che a partire dal 1 gennaio 2018 non sarà più al vertice della CRI lucchese.

Questo, in sostanza, per l'amarezza di non essere riuscito, in tutti questi anni di mandato, a realizzare una apposita sede per ospitare l'associazione. Con questo annuncio, probabilmente, Fasano ha voluto sensibilizzare. e lo ha anche detto, l'amministrazione comunale e tutta la città su un problema particolarmente sentito. Fasano resterà in carica fino alla fine dell'anno.

sice 230x230 

telnet 230x230

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

logo dilucca livestream channel

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.