bottone livetv

bottone ondemand

bottone reporter

bottone tg

Claudia & Andrea: il matrimonio del secolo

 

Sabato 8 ottobre 2016, presso il duomo di Pietrasanta, si è svolto il sontuoso matrimonio tra Andrea Raffagnagi e Claudia Del Sante. Una festa di gala tra circo nero, location mozzafiato e un'organizzazione da fare invidia ad Hollywood. Per molti questo rimarrà nella memoria storica come 'il matrimonio del secolo'.

 

di Andrea Boccardo

 

 

Quando l'amore brucia l'anima. Una canzone di Johnny Cash scritta per la donna della sua vita, June Carter, ci ricorda che il vero sentimento unisce una coppia anche e soprattutto nel segno della condivisione della sofferenza. Ma quando l'amore è bello ed elegante come quello tra Andrea e Claudia, chi assiste inerme alla magnificenza del loro matrimonio vede solo la joie de vivre esplodere come un festone di carnevale, come il sacco di coriandoli che viene lanciato loro dai roboanti amici davanti al Duomo di Pietrasanta.

La favola principesca di Anastasia e Sergei continua quindi nella realtà della Versilia storica, anche se l'unica fuga di cui hanno bisogno gli sposi è dalle desuete regole della convenzionalità, cominciando con una cerimonia solenne dove tutti si emozionano allo scambio delle parole magiche, e dove il parroco invoca nella coppia (non solo in loro) un cuore solo in un'anima sola. La felicità dei genitori dei due sposi, radiosi in viso e bellissimi nello sfarzoso contrasto black/white, si mescola alle lacrime nel vedere così tante persone che vogliono bene. Perché in fondo Claudia e Andrea sono un esempio per tutti a credere che l'amore puro, distillato dall'Idea di Bellezza, esista veramente e sia alla portata di ciascuno di noi.

La carovana prosegue con le foto di rito, sostenuta da una batteria di fotografi professionisti di grossa qualità, verso un Palazzo Mediceo di Seravezza agghindato a festa e sorridente con la sua brava band nel cortile, l'aperitivo organizzato attorno al pozzo e l'attore di teatro che distribuisce volantini a volte scherzosi, a volte intensi come un bacio. Si comincia a bere e quelle due gocce di pioggia sotto il cielo plumbeo di Seravezza non si sentono neanche, mischiandosi al vino dei calici giusto per ammortizzare un poco il tasso alcolico. La musica, suadente nel caldo swing, facilita il chatting allo stato brado, ed ecco che la magia del matrimonio fa la sua, incrociando persone che non si erano mai viste ed incitandole a quella danza ritmica che è la conoscenza fra due anime. La scenografia aiuta nella condivisione delle emozioni, e l'idea che si passerà una serata indimenticabile è nell'aria fin dai primi passi verso la segheria Arkad, un immenso spazio industriale recuperato a vista che, illuminato, sembra l'interno della cattedrale di Chartres, trionfo del gotico.

Quel che aspetta i ben duecentoquaranta invitati all'ingresso è uno spettacolo d'altri tempi: lo staff dell'Huma Show di Lido di Camaiore, chiamato per l'occasione, si esibisce tramite una straordinaria violinista appesa ad un filo, ed invita gli ospiti a godere di un'ulteriore aperitivo ghiacciato. Il lavoro allestito da Greta e Leela Huma Show è di eccezionale fattura, associando trucco, performance, talento e show. L'eccitazione sale mentre l'archetto vibra sulle corde ed escono canzoni d'amore che fanno salire il livello di intimità fino alla fantastica 'Halleluja'. Sembrano le nozze di Canaan, laddove tutto quello che viene toccato dagli sposi si trasforma in oro, o in alcool.

L'ingresso in segheria è di quelli che tolgono il fiato: quello che nacque come un laboratorio di legno e marmo cambia il proprio obiettivo ma non lo spazio formale, rimanendo ancorato gelosamente alle proprie capriate in legno, al cordame che spunta dalle pareti, all'impianto elettrico montato a vista come al Barghein di Berlino. Ma l'apparecchiatura dei tavoli lascia intravedere un fine speciale, con i candelabri che adornano l'argenteria sopraffina e gli invitati che sciolgono la massa compatta distribuendosi tra i più importanti maestri dell'arte rinascimentale: Vasari, Brunelleschi, Michelangelo, Bernini, Canova sono solo alcuni degli altisonanti simboli che danno il nome alle varie tavolate.

Manco a dirlo, il catering del ristorante Il Merlo è di una qualità assoluta, impeccabile dagli antipasti misti punteggiati dalla sezione ostriche, passando per i primi e finendo con un mix di dolci che si fanno spazio da soli tra le bocche. Tutto è organizzato fin nel minimo dettaglio, dalle candele alle tovagliette, dalle luci ai suoni: moltissima parte del merito va a Paola Bruno della ditta Perfect Party, la prestigiosa casa di organizzazione eventi che vanta più di dieci anni di attività tra Piemonte, Liguria e Toscana. Ma la grande bellezza sono i cori di affetto che parenti e amici elevano alla coppia del secolo: forse il più bello è 'Un'avventura' di Lucio Battisti, che parte piano dal fondo di un tavolo e si estende come un'onda di energia ad indicare che esiste ancora, ed è potente come la vita, il romanticismo che solo la magica avventura d'amore tra due esseri umani può conferire.

Dopo la cena si assiste ad un ulteriore spettacolo, come se lo sfarzo non bastasse a placare la sete di emozione: una ballerina dell'Huma Show è trasportata da un paranco mobile orizzontale e si muove al di sopra delle teste a simboleggiare la sensualità, componente fondamentale di una eterna storia d'amore. Le danze sfrenate introdotte dalla band, a suon di swing, rock e blues portano via le pance pesanti facendole scatenare sul palco in legno appositamente piazzato, e le esibizioni ballerine si sprecano, dal tamburello suonato dallo sposo ai balletti inscenati dagli amici più cari. Lo spettacolo dell'amore, coronato dal fatidico lancio del bouquet della sposa, risiede nelle parole di Andrea mentre, novello Jep Gambardella col sorriso alla Robert Redford, ringrazia tutti, ma proprio tutti mentre tiene la mano di Claudia ed insieme tagliano la prima fetta della torta nuziale: "Grazie a tutti voi" dice "perché l'amore vero, quello che non tramonta mai, spazia al di fuori della coppia e si estende ai parenti, sangue del nostro sangue, e agli amici."

Ed è il coro unanime di amici e parenti che rimane a bocca aperta e non può che applaudire la splendida perfezione di Andrea e Claudia, simboli viventi che l'amore autentico esiste sempre ed abita, più o meno nascosto, dentro il cuore di ognuno di noi.

 

sice 230x230 

telnet 230x230

Info e note legali

Seguici su...

facebook twitter youtube rss

 

Contattaci

logo dilucca livestream channel

Via Tazio Nuvolari, 53
55061 Carraia - Lucca - Italy
Tel 0583 462209
Fax 0583 1929109
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.